…… PERCHE’ VIAGGIO

 

Amo viaggiare con la formula di “Avventure nel Mondo” e con altre simili, perché mi si offre la possibilità di stare a maggior contatto con le popolazioni dei Paesi che visito - lontano dalle grandi strutture alberghiere e dai villaggi -   godendo di un contesto completo fra culture, linguaggi, paesaggi, odori e sapori diversi  e senza essere sola a condividere questa esperienza interessante.

 

             Sono attratta dalla conoscenza di altri popoli con  i loro usi e costumi, valori di vita per capire le diversità, allargare il mio spazio cognitivo,  rimettermi in discussione.

 

       Ho apprezzato la grande dignità che regnava in famiglie molto povere, mentre pensavo a come il nostro benessere – da qualcuno definito “ Mostro Mite “  - renda schiave e insicure molte persone creando “bisogni inutili “.

          

       Peccato che con la globalizzazione, molti popoli stiano già perdendo la loro autenticità e valori di riferimento, che sono una sorta di spina dorsale dei popoli  - la propria identità -  …. per acquisire un benessere, spesso effimero.

       Non fraintendetemi … ben venga il benessere per tutti …. purchè non sia a scapito di valori di vita  importanti che minaccino la sicurezza interiore, la dignità, il rispetto per sé stessi e gli altri.

 

               Ogni volta che torno da un viaggio mi sento arricchita dentro e sempre più sicura.

 

       Spesso leggo fra le smorfie di qualcuno un disappunto sui viaggi che intraprendo …. Non li comprendono: sono scomodi, faticosi, dispendiosi e senza finalità razionali !

       Qualcuno mi chiede se non stò buttando tempo e denaro e se quest’ultimo non sia meglio impiegarlo in qualcosa di più concreto ….. eh ! sì  perché le emozioni non si vedono, così come l’arricchimento interiore e altri valori non commerciabili !

 

       Mi annoiano invece i viaggi dove trovo solo comodità, tutto già preconfezionato, tutto quasi asettico ….. anche alle emozioni. ( pur nel rispetto di coloro che li amano  )

 

Qualcuno fra i razionali, spesso mi dice che:

* fa un viaggio a primavera in un villaggio esotico per riposarsi  e

* uno d’estate per volontariato, in un Paese del Terzo Mondo

              e tu invece che ci vai a fare in ……… ?    mi si chiede ..

 

   Rispondo loro con le parole che ho sopra citate, ma mi accorgo che esulano dalla mia lunghezza d’onda.

                                 Pazienza ……. anche questa è “diversità “ !!!!